Sport virtuali: cosa sono e perchè stanno diventando famosi

Gli sport virtuali, noti anche come eSports o tornei di cyberatleti, sono competizioni sportive che si svolgono in un ambiente virtuale tramite computer. 

Gli sport virtuali non sono giocati tra giocatori reali, ma piuttosto da avatar artificialmente intelligenti che utilizzano un software per giocare gli uni contro gli altri.

Queste competizioni si svolgono via Internet o in cybercafé specializzati e vedono i giocatori che controllano gli avatar sfidarsi in vari ambienti di realtà virtuale. 

La realtà virtuale può essere esplorata con cuffie VR (ambienti visivi virtuali) o con controller di gioco per muoversi all’interno del sistema.

Gli sport virtuali stanno rapidamente diventando popolari tra i giocatori di tutte le età, soprattutto perché diventano sempre più accessibili e meno costosi. 

Anche il modo delle scommesse è attratto dagli eSports, molti bookmakers, offrono bonus di benvenuto scommesse mrxbet. 

Vediamo perché è così, cosa comportano esattamente gli sport virtuali e perché dovreste pensare di partecipare se vi piace giocare.

 

Cosa sono gli eSports?

Gli eSport sono i videogiochi competitivi: si gioca per vincere. 

E come nello sport tradizionale, le persone che si dedicano all’eSport hanno un ruolo chiave nella definizione di quello che è e cosa rappresenta.

La maggior parte degli eSport è legata a due categorie principali di giochi:

  • Moba (Multiplayer Online Battle Area) – È un genere di videogiochi sviluppato in Cina, ma che si è rapidamente diffuso in tutto il mondo. I giochi Moba includono League of Legends, Dota 2 e Overwatch. Soprattutto sono famosi per la loro componente competitiva. Il gameplay consiste nel prendere il controllo delle forze avversarie per sconfiggere il nemico.
  • Fps (First Person Shooter) – Si tratta di un tipo di gioco (non multiplayer) che prevede la possibilità di giocare con un controller, mouse e tastiera, ma anche con la telecamera e il volto (in modalità VR).

 

I giochi esports più popolari sono:

Dota 2

Lo sport principale di Dota 2 è il cosiddetto “MOBA” (Multiplayer Online Battle Arena), un videogioco multigiocatore online sviluppato da Valve Corporation.

 

League of Legends

Lo sport principale di League of Legends è il cosiddetto “MOBA” (Multiplayer Online Battle Arena), un videogioco multigiocatore online sviluppato da Riot Games Inc.

 

Counter-Strike: Global Offensive

CS:GO è uno sparatutto multiplayer che richiede tattiche di squadra per vincere. I giocatori devono formare tre squadre composte da 5 persone ciascuna e difendere dei punti chiave del campo di battaglia mentre fanno fuori gli avversari con armi automatiche e in maniera strategica, utilizzando oggetti esplosivi o altri elementi del terreno per colpire gli avversari prima di essere eliminati.

 

Come diventare un giocatore professionista di eSports

Per diventare un professionista negli eSports ci sono vari aspetti importanti da tenere a mente.

La prima cosa da fare è capire quali sono gli sport virtuali che si vogliono praticare e quelli che più si adattano alle proprie caratteristiche.

Dopo aver scelto lo sport e le modalità di gioco, bisogna imparare a conoscerne le caratteristiche tecniche, le regole e gli strumenti necessari per allenarsi.

Un altro concetto importante è la possibilità di competere con altri giocatori di livello professionale.

In questo caso, potreste scegliere di partecipare a tornei online organizzati dalle società di eSports oppure di provare a mettervi in contatto con le squadre delle squadre professioniste presenti sul territorio italiano e cominciare ad allenarvi insieme.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *