Live Poker, Caschera fermo al posto 10°, l’IPS parla francese e da record WPT Venetian.

All’Italian Poker Sport il poker live non regala le gioie sperate. Rachid El Yaacoubi nel final day beffa tutti così al Casinò King’s sventola bandiera francese.

Migliore italiano Bruno Caschera che si posiziona in decima piazza. Nuovo primato nel WPT Venetian e verso il day 3 Jason Koon mette il turbo.

Gioco e poker è possibile farlo anche comodamente da casa online con il sito https://www.jackmillion.info/ .

Azzurra Caporetto nel final day

Con l’Italian Poker Sport il poker live a visto segnare dei nuovi record. In Repubblica Ceca al King’s Casinò di Rozvadov arriva l’evento del Made in Italy. Con un buyin di 250 euro ha messo al tappeto 3.072 players. Il final day è stato raggiunto da 45 giocatori e tra questi volevano lasciare il segno ben 8 italiani.

In ambito azzurro le cose non sono andate per il verso giusto, Riccardo Saraniero si piazza al 39° posto con un buio che lo fa resistere oltre le previsioni. Montrone e Bono lo imitano poco dopo e vengono eliminati in piazza 36° e 35°. Non riesce a superare il 31° posto Andrea Grandi e così a 30 left la squadra azzurra aveva già eliminato il 50% dei giocatori.

Bruno Morra 18° classificato e Lorenzo Martini 17°. Lombardo e Caschera restano a 16 left portando avanti la nostra bandiera. Anche per loro ci sono problemi e Juri Angelo Lombardo si arena in quindicesima piazza. Bruno Caschera lotta fino alla fine per poter arrivare al tavolo finale a 9 giocatori.

La beffa per lui arriva al decimo posto e si porta a casa oltre all’amarezza € 6.175. Per l’ex leader del day 2 Filipe Pina Lourenco l’uscita di scena è stata clamorosa. Nona posizione per il lusitano che parte rispetto al secondo con il doppio delle chips. Secondo posto per Karol Janiszewski con un premio di 65.200 e il primo a Rachid El Yaacoubi che incassa 100.000 euro più il ticket di 10.350 euro.

Al WPT Venetian invasione

Altro spettacolo per il poker Live che non si ferma mai specialmente a Las Vegas. Il “$5.000 WPT Venetian” porta numeri pesanti e spettacolo. All’appello durante il triplo day 1 hanno risposto in 1.199 ed hanno portato netto un prize pool di 5.545.375 di dollari che ha nettamente superato i 3 milioni di garantito.

Su 150 posizioni “In the Money” la somma è sparita. C’è stato un cash minimo di 8.915 dollari e una prima moneta spettacolare da 910.370 ad attendere il campione.

Beffa Negreanu e Mizrachi per due

Daniel Negreanu è uno dei giocatori più attesi al WPT Venetian. Si può definire un fenomeno per il poker online e per la disciplina. Partenza per il canadese nella parte del count medio -.alta ma tutti si accorgono che non è proprio la sua giornata.

Perde molto con A–K, pot vs 4-4 poi con una decina di blinds rimaste ci prova con K-10 da bottone e va a sbattere con A-A del rivale. Si ferma prima delle 50 eliminazioni dallo scoppio della bolla.

La bolla salta nel momento in cui Ting-Yi Tsai parte avanti con K-K nei confronti di Jean Gaspard 3-3 trovandosi così sotto al flop per colpa del tre di cuori. Ting è fuori al 151° posto e il resto vola “In the Money”.

Tim McDermott regge con quota 3.150.000 e Mike Liang imbusta 2.750.000 gettoni. Sesto posto nel count per Jason Koon con 2.435.000 unità che mira al primo titolo World Poker Tour.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *